A Siena il convegno “Artificiale, non troppo artificiale”

Venerdì 25 ottobre, al Santa Maria della Scala, quattro tavole rotonde, speaker internazionali e la presentazione del polo tecnologico-scientifico SAIHub

Siena. Come si stanno adattando le aziende alle nuove tecnologie di Intelligenza Artificiale? Quali sono le prospettive di innovazione che ci attendono? Sono solo alcuni dei temi che apriranno il convegno “Artificiale, non troppo artificiale. Come fare rete tra le imprese per la creazione di un ecosistema di Intelligenza Artificiale”, in programma venerdì 25 ottobre, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, presso il Santa Maria della Scala – Sala Italo Calvino, a Siena. 

Ernesto Di Iorio
CEO – QuestIT

L’evento, organizzato e promosso da QuestIT ed Exprivia|Italtel, con la collaborazione della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, il patrocinio del Comune di Siena e in collaborazione con SAILab – Siena Artificial Intelligence Lab e Toscana Life Sciences

La giornata prevede quattro tavole rotonde volte a fare rete tra le imprese e gli enti nazionali e internazionali sul fronte delle potenzialità di sviluppo legate all’Intelligenza Artificiale. Visioni e prospettive future, secondo il punto di vista delle aziende che sempre più spesso integrano soluzioni intelligenti all’interno del proprio business, saranno approfondite dai risultati del lavoro accademico, grazie al supporto delle Università e dei laboratori di innovazione del panorama italiano. L’auspicio è determinare come ricerca, innovazione e mercato possano trovare le loro declinazioni future in un ecosistema di Intelligenza Artificiale. All’interno del convegno sarà presentato il progetto “SAIHub”, un polo tecnologico-scientifico, con sede a Siena, in grado di attrarre e di unire più aziende sotto un unico incubatore, capace di indagare tutte le aree di sviluppo, dalla cultura al welfare, con un focus sulle Scienze della Vita e supportato dalla ricerca delle università del territorio e del laboratorio SAILab. 

Il convegno rappresenta un’importante occasione di approfondimento e confronto su strategie, aspettative e reali esigenze delle PMI italiane nell’ambito dell’innovazione. Nei diversi incontri, esperti del mondo digitale, esponenti del mondo accademico italiano in ambito tecnologico e investitori istituzionali italiani, si propongono di indagare i criteri per potenziare gli investimenti e ridefinire i nuovi modelli di business che stanno cambiando il rapporto tra le aziende e le nuove tecnologie. I temi affrontati riguarderanno la ricerca, lo sviluppo e l’applicazione delle tecnologie in differenti settori: un quadro generale su come l’Intelligenza Artificiale modifica i processi aziendali esistenti e ne crea di nuovi; un focus sul ruolo delle Università ormai di fondamentale importanza per lo sviluppo economico e sociale del territorio verso le nuove frontiere dell’AI; le nuove linee guida dell’Europa sull’Intelligenza Artificiale e la creazione di un modello di innovazione e sviluppo del territorio, che si concretizzerà nell’incubatore SAIHub. 

Marco Landi
Presidente QuestIT

“QuestIT nasce dodici anni fa come spin-off del gruppo di ricerca in Intelligenza Artificiale dell’Università di Siena – commenta Marco Landi, presidente di QuestIT -. Una startup che ha fatto passi da gigante negli anni, diventata oggi un’azienda innovativa e conosciuta come uno dei maggiori leader per la scelta di soluzioni di Intelligenza Artificiale in Italia, che porteremo presto anche all’estero. QuestIT si posiziona come una realtà che intende realizzare con tutti i partner possibili nel territorio senese un ecosistema che porti dinamismo, innovazione e nuovi posti di lavoro.”

“L’Intelligenza Artificiale sta entrando sempre più nelle nostre vite, pervasivamente, negli oggetti che usiamo tutti i giorni, nelle applicazioni sui nostri smartphone, nelle nostre automobili. Sta rapidamente stravolgendo il modo di lavorare e relazionarci – afferma Domenico Favuzzi, Presidente del gruppo Exprivia|Italtel -. L’evento organizzato dalla partecipata QuestIT rappresenta per il nostro gruppo un importante occasione di confronto pubblico con gli attori del settore. Il nostro gruppo porta la sua consolidata esperienza nel settore ICT e i casi d’uso in cui l’Intelligenza Artificiale può e deve essere applicata. L’applicazione FBank creata insieme a QuestIT per rendere l’home banking dei nostri clienti sempre più intelligente grazie all’introduzione di un assistente virtuale è un esempio di applicazione ad ampio impatto sulla vita delle persone. Altri ambiti d’uso riguardano il mondo industriale, dove proponiamo l’utilizzo di comandi vocali e computer vision per guidare i robot nelle loro attività.” 

“Il ruolo della Fondazione Mps si consolida sempre più come luogo di raccordo e facilitatore di iniziative per lo sviluppo economico del territorio, dando vita a progetti di sistema tesi a generare benefici durevoli.  – dichiara Carlo Rossi, Presidente di Fondazione Monte dei Paschi di Siena -. Per questo, da tempo, abbiamo raccolto e rilanciato una sfida importante: progettare un futuro per la nostra comunità in cui il digitale e, in particolare l’intelligenza artificiale, possano convergere e implementare un ecosistema territoriale di ricerca e innovazione. Pensiamo ad occasioni che creino sviluppo ed opportunità di occupazione qualificata in una logica di rete con tutti i comparti di eccellenza del sistema produttivo senese, ponendo come obiettivo prioritario il rafforzamento del settore delle scienze della vita, ma prestando comunque adeguata attenzione al settore della sanità ed agli altri ambiti che caratterizzano il nostro territorio quali l’agroalimentare, il turismo e la cultura.

La giornata di incontri sarà aperta dai saluti delle istituzioni e degli enti locali tra i quali l’Assessore alle Politiche giovanili, pari opportunità, servizi informatici, Sara Pugliese, il Rettore dell’Università di Siena, Francesco Frati, il Presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Carlo Rossi, il Presidente di QuestIT, Marco Landi e alla discussione interverranno il Presidente e Amministratore Delegato di Exprivia, Domenico Favuzzi, il Presidente di Computer Gross Italia, Paolo Castellacci, il Sales Manager Divisione Healthcare di Zucchetti Centrosistemi, Edoardo Perossa, il Presidente e Direttore Generale di Readytec, Silvano Meloni, il Sales Enterprise South Europe di ZenDesk, Federico Ermacora, il Presidente di Estra, Francesco Macrì, il Chief Executive Officer di The Digital Box, Roberto Calculli, il Direttore del Siena Artificial Intelligence Lab di Siena, Marco Gori, il Responsabile della Direzione “Application & Infrastructure Management” di Exprivia, Felice Vitulano, il Responsabile Advanced Analytics CoE di Engineering Ingegneria Informatica, Marco Breda, Presidente di Italia Startup, Angelo Coletta, Presidente di QuestIT, Marco Landi, il Chief Executive Officer di QuestIT, Ernesto Di Iorio, Investment Manager in PoliHub, Federica Biancon, Referente di Invitalia, Francesca Ottier, Docente di Experience Design dell’Università di Siena, Patrizia Marti, Direttore del Siena Artificial Intelligence Lab, Marco Gori, Direttore Generale Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Marco Forte, Presidente dell’Associazione Italiana AI, Piero Poccianti, AI Ethics Global Leader IBM Research, Francesca Rossi, Intelligent Collaboration Consultant di IBM Italia, Alessandro Chinnici, il referente di Ja Solar, Giovanni Landi, direttrice La Nazione, Agnese Pini. 

Modera il convegno Pino Di Blasio, capo della redazione La Nazione, cronaca di Siena. 

Il profilo di QuestIT. QuestIT si occupa di realizzare soluzioni di Intelligenza Artificiale basate su tecnologie cognitive e di apprendimento automatico, supportando le aziende a dare valore ai propri dati e migliorandone i processi e l’organizzazione. L’azienda nasce nel 2007 come spin-off del gruppo di ricerca in Intelligenza Artificiale dell’Università di Siena, sotto la guida di Marco Gori, docente del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche. Nel 2016 viene acquisita dal Gruppo Internazionale The Digital Box, azienda specializzata nella progettazione e sviluppo di soluzioni di Intelligenza Artificiale per i settori della comunicazione, del marketing e del service aziendale, nata nel 2013 nella “Murgia Valley” tra Gravina in Puglia e Gioia del Colle, con sedi anche a Barcellona e Palo Alto, e grandi investitori come Mobyt, Atlantis Ventures e Macnil Gruppo Zucchetti. Con l’entrata in TheDB, QuestIT si inserisce come uno dei primi laboratori di innovazione di Intelligenza Artificiale italiani per lo sviluppo e ricerca software in ambito digitale. Nel 2019 l’azienda inaugura il Siena Artificial Intelligence Lab, il primo laboratorio congiunto di Intelligenza artificiale nel Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Siena. Algho è la piattaforma realizzata da QuestIT che consente di creare il proprio Asssitente Virtuale. Parla 9 lingue, sfruttando l’algoritmo più performante nella comprensione del linguaggio naturale ‘made in Italy’. Algho ha la capacità di integrarsi in tutte le fasi dei processi aziendali attraverso una semplice richiesta in linguaggio naturale, rendendo efficace l’acquisizione di informazioni dai database aziendali interni come avere a disposizione 24 ore su 24 il proprio Responsabile Amministrativo, il Sales Manager, il CFO, il proprio Marketing Manager.

Il profilo di Exprivia|Italtel. Exprivia|Italtel è un gruppo internazionale specializzato in Information and Communication Technology in grado di indirizzare i driver di cambiamento del business dei propri clienti, grazie alle tecnologie digitali. Con un consolidato know-how e una lunga esperienza data dalla presenza costante sul mercato, Exprivia|Italtel dispone di un team di esperti specializzati nei diversi ambiti tecnologici e di dominio, dal Capital Market, Credit & Risk Management all’IT Governance, dal BPO all’IT Security, dai Big Data al Cloud, dall’IoT al Mobile, dal networking alla collaborazione aziendale sino al mondo SAP. Il gruppo affianca i propri clienti nei settori Banking&Finance, Telco&Media, Energy&Utilities, Aerospace&Defence, Manufacturing&Distribution, Healthcare e Public Sector. L’offerta comprende soluzioni composte da prodotti propri e di terzi, servizi di ingegneria e consulenza. Oggi il gruppo costituito da Exprivia e Italtel conta circa 4000 professionisti distribuiti in circa 20 paesi nel mondo. Exprivia è quotata in Borsa Italiana dal 2000 al segmento STAR MTA (XPR) e la società è soggetta alla direzione e coordinamento di Abaco Innovazione S.p.A.