L’idea imprenditoriale

La Rete di Imprese SAIHUB nasce come attrattore di tecnologie e talenti che aggrega piccole e medie imprese italiane, le istituzioni e gli atenei del territorio senese in un parco scientifico dotato di tecnologie e personale altamente qualificato, nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale.

Inaugurata a Siena il 6 luglio 2020, la Rete SAIHUB è formata attualmente da 18 imprese operanti nel settore dell’innovazione, dell’ICT, delle biotecnologie e dei servizi al cittadino.

Il progetto, cofinanziato da Fondazione MPS e in collaborazione con Fondazione Toscana Life Sciences, Università di Siena, Confindustria Toscana Sud e Comune di Siena, pone le basi per un esclusivo Parco Scientifico dell’Intelligenza Artificiale che opererà in stretta sinergia con il distretto senese delle Scienze della Vita al fine creare un’assoluta eccellenza tecnologica, ma che guarda in prospettiva anche a molti altri settori.

Un importante punto di forza dell’incubatore tecnologico è quello di supportare corsi di specializzazione certificati per percorsi professionalizzanti nel settore e dell’AI con l’obiettivo di avere a disposizione risorse già formate e specializzate per l’inserimento in azienda.

Link al comunicato stampa: https://www.fondazionemps.it/saihub-nasce-il-parco-dellintelligenza-artificiale-a-siena/

Il 25 ottobre 2019 viene presentata per la prima volta l’idea imprenditoriale della Rete SAIHUB.

La Rete di Imprese viene costituita il 6 luglio 2020. A seguire, il 22 luglio 2020, sarà firmato l’Accordo di Partenariato .

I player fondamentali del progetto sono le aziende, locali e nazionali, aggregate in un’unica Rete con l’obiettivo di mettere a disposizione le proprie tecnologie e usufruire di nuovi strumenti per sviluppare soluzioni di Intelligenza Artificiale con un campo di applicazione su diversi settori, grazie al supporto della ricerca dell’Università di Siena.

Il quadro dei “pionieri” del progetto tocca diverse aree della regione Toscana: dall’area Toscana Sud sono presenti Achilles VaccinesVismederiLascauxTerranova SoftwareSiena ImagingAssoserviziErgon e gruppi con neonate partnership, come Readytec Spa e QuestIT, insieme a Sei Toscana e Silog.

Si aggiungono software house italiane del settore dell’innovazione, delle biotecnologie e dei servizi al cittadino. Da Bari si è unita Exprivia, dalla provincia di Bologna hanno risposto Imola InformaticaSist.Er e Hopenly, da Arezzo arriva Zucchetti Centro Sistemi e da Bolzano aderisce al progetto Datatellers.

L’attuazione del programma della Rete e l’organizzazione delle attività della Rete SAIHUB sono affidate al Comitato di Gestione, formato da tanti membri quante sono le Imprese aderenti e coordinato dal Presidente Ernesto Di Iorio.

Gli attori del progetto sono oltre alla Rete di imprese, Comune di SienaConfindustria Toscana Sud, Fondazione Toscana Life Sciences e Università di Siena e Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

Quest’ultima, all’interno del partenariato, rappresenterà il principale partner finanziario, sostenendo lo sviluppo di progetti di ricerca inerenti all’intelligenza Artificiale elaborati dalla Rete SAIHUB con Fondazione Toscana Life Sciences e l’Università di Siena.

Un ruolo fondamentale per lo sviluppo del progetto sarà svolto anche dal Comune di Siena, quale ente promotore dello sviluppo del territorio, e da Confindustria, con attività di servizio e supporto nella ricerca di nuove partnership e opportunità di cofinanziamento.

Il partenariato si avvarrà dell’operatività di un Comitato Scientifico, che validerà le iniziative individuate dalla Rete per il relativo finanziamento, e di un Consiglio di Gestione, il cui Presidente, nominato dalla Fondazione Mps, è Valter Fraccaro, esperto in direzione di progetti tecnologici avanzati e complessi con particolari esperienze professionali nell’ambito delle scienze della vita.

La struttura del polo sorgerà a Siena, in via Fiorentina, nel parco scientifico di GSK, proprio al fine di favorire lo sviluppo di sinergie e rafforzare la collaborazione tra le imprese della Rete SAIHUB, Fondazione TLS e gli altri partner tecnici del settore delle biotecnologie.

Dalla sinergia tra la Rete SAIHUB e gli altri partner nasceranno progetti di ricerca e saranno individuate collaborazioni esterne con Fondazioni, Enti di ricerca universitari e non, ed Enti Pubblici e Territoriali. In quest’ottica, la rete effettuerà sviluppi diretti e/o parteciperà a bandi pubblici, privati, nel campo dell’intelligenza artificiale, con l’obiettivo di diventare un attrattore di talenti legato a tecnologie emergenti implementabili sul mercato. L’obiettivo è infatti anche quello di formare giovani altamente qualificati da inserire in azienda: in quest’ottica, saranno effettuati dottorati di ricerca, tirocini e stage formativi presso la rete di imprese.

La presenza di Toscana Life Sciences renderà ancora più attrattivo il polo per tutte quelle aziende consolidate e per start-up innovative con particolari skills in AI, focalizzate su applicazioni legate alle biotecnologie.

La connessione fra Intelligenza Artificiale e Scienze della Vita porterà infatti alla creazione di un centro integrato di assoluta eccellenza e innovazione e sarà la cifra distintiva del SAIHUB, rispetto ad altri incubatori di imprese.

Il progetto guarda però anche in prospettiva ad altri settori ben radicati sul territorio, quali il sanitario, l’agrifood, il turismo e la cultura e allo sviluppo di tecnologie inerenti all’economia circolare.

Come aderire

Le richieste di adesione alla Rete SaiHub sono aperte a chiunque decida di investire nel progetto, in accordo con i parametri indicati nel contratto di rete, che sarà inviato una volta fatta richiesta scritta e compilata la lettera di impegno all’adesione.

Chi può aderire

L’invito è rivolto a software house, aziende specializzate nella progettazione, commercializzazione e sviluppo di algoritmi di IA, deep learning, natural language processing, computer vision, Internet of Things, big data analysis, imprese del settore biotecnologico e delle Scienze della Vita interessate al settore dell’Intelligenza Artificiale, allo scopo di favorire lo sviluppo tecnologico sul territorio e promuovere la cultura dell’innovazione, offrendo servizi di consulenza e accelerazione alle imprese che vogliono essere sempre più protagoniste del presente e vogliono guardare sempre più al futuro per essere competitive nel mercato nazionale.

Per maggiori informazioni o per inviare la propria richiesta di adesione è possibile compilare il form con i propri dati o scrivere a: piccini@quest-it.com indicando nella mail il tipo di azienda e il motivo di richiesta di adesione.